Ci sono abbastanza particolari perché si capisca.
Precisare significherebbe guastare la poesia della cosa.
A. Artaud 
 

 

 

MAMMA LI TURCHI !

            Dove si racconta la storica conquista turca di Otranto nel 1480 seguita dal martirio dei suoi abitanti. Nello spettacolo di ombre, in una girandola di turcherie condite dal salace dialetto dei rudi abitanti dell'antico Salento, rivive la leggendaria epopea turco-salentina che tante tracce ha lasciato nella nostra cultura.

Lo spettacolo parte da un lontano fatto storico – la presa di Otranto da parte dei Turchi nel 1480 – e da musiche, testi, canti di pianto e d’amore dell’antico Salento, uniti in un solo percorso tra presente e passato. Così un reputo ( o pianto funebre), una filastrocca popolare, una nenia, trovano un nuovo spazio culturale, vitale e attuale.

La memoria, e in particolare la memoria di un fatto di sangue, a cosa può servire?

A confrontarci con la storia dei nostri giorni e attingervi nuova dignità ed energia. A renderci conto, se mai ve ne fosse bisogno, che là dove esiste sopraffazione e morte, non si persegue soltanto la distruzione dell’uomo ma si innesca la terribile spirale della violenza.

Lo spettacolo termina con il martirio degli otrantini sconfitti : questi morti non chiudono un episodio del passato ma aprono i dubbi sulla consapevolezza del futuro. Cioè del nostro presente.

Uno speciale ringraziamento a Maria Corti che con il suo romanzo “L’ora di tutti” ci ha aperto nuovi orizzonti di comprensione.

 

 

MAMMA LI TURCHI ! 

 

Little work for shadow theatre and story-teller.

It is a work about the historic Turkish subjection of Otranto in 1480 and the martyrdom of its inhabitants. In a shadows show Turkish characters together with Salento people talking in a rude and ancient Salento language, the Turkish&Salento legend takes life.The story deals with the historic event by means of folk music and pain-love songs where the past time meets our present.

What can this tragic episode teach us?  It allows us to understand better recent events and realize that where death and abuse reign, violence becomes inexorable.

The show ends with the martyrdom of the inhabitants of Otranto. These victims help us to think about our present time.

Content Management Powered by CuteNews